Le infrastrutture nel tempo della crisi

Il Convegno si è tenuto il 16 giugno 2009 alle ore 15.30 presso il Senato della Repubblica nella Sala Capitolare di Piazza della Minerva, 38 Roma.

Atti del convegno | Scarica l’invito

La Fondazione Necci si propone di promuovere il dibattito sui temi che furono più vicini all’opera scientifica e professionale di Lorenzo Necci.

Una crisi economico-finanziaria, che mette in discussione le strutture portanti di paesi con economie consolidate, richiede interventi che servano da propellente per una ripresa in tempi brevi. Gli investimenti infrastrutturali hanno sempre rappresentato misure essenziali per fronteggiare e superare congiunture negative.

Questa situazione rende quanto mai attuale il pensiero di Lorenzo Necci, che come studioso e come manager pubblico affrontò fin dall’inizio del suo impegno professionale e intellettuale temi che sono ora di grande attualità.

Di qui l’esigenza, condivisa anche dal Comitato Scientifico della Fondazione, di dar vita a un confronto tra diverse esperienze, professionalità e sensibilità culturali sulle prospettive di interventi incisivi e che siano elementi portanti di politiche governative a medio e lungo termine.

Nel convegno sono stati affrontati i nodi salienti sullo stato delle infrastrutture interne e le relative proposte di sviluppo per consentire all’Italia di realizzare a pieno la sua naturale vocazione geo-politica di anello di congiunzione fra l’ Europa e i Paesi mediterranei.

Il tema delle infrastrutture nell’ Euromediterraneo, quale precondizione per il superamento della crisi, quale spinta propulsiva per lo sviluppo e quale sicuro antidoto ai conflitti sarà affrontato dalla Fondazione anche con appuntamenti e confronti che seguiranno questo convegno.

IL CONVEGNO

In apertura è stata ricordata la figura di Lorenzo Necci.
Successivamente si sono svolte due tavole rotonde.

- Euromediterraneo e Sistema infrastrutturale
- Il rilancio infrastrutturale nel tempo della crisi.

La pluralità degli interventi ha consentito senza dubbio una visione di insieme delle problematiche e quindi delle proposte messe in campo dalla politica e dall’economia.

LINEE GUIDA DEGLI INTERVENTI

- Centralità delle infrastrutture nel rilancio dell’economia
- Mission dell’Italia nell’Euromediterraneo
- Il valore aggiunto dell’Alta Velocità
- Il recupero e la valorizzazione del tessuto urbano
- Mercato, infrastrutture e sviluppo nel tempo della crisi
- Mappatura della situazione infrastrutturale del Paese

PROGRAMMA

Ore 15 e 30 : Registrazione dei partecipanti

Ore 16.00 : Saluto del Presidente del Senato Renato Schifani.
Intervento di Maurizio Sacconi, Ministro del Lavoro, Salute e Politiche sociali.

Coordina Roberto Arditti, Direttore de “il Tempo”.

Ore 16 e 30 : Tavola Rotonda “Euromediterraneo e Sistema infrastrutturale”

Modera Roberto Arditti, Direttore de “il Tempo”.

Renato Brunetta, Ministro della Funzione Pubblica
Jean de la Sablière, Ambasciatore di Francia
Luigi Grillo, Presidente Commissione Lavori Pubblici al Senato
Franco Bassanini, Presidente Cassa Depositi e Prestiti
Fabrizio Palenzona, Vice Presidente Unicredit
Piero Gnudi, Presidente Enel
Cesare Trevisani, Vice Presidente Confindustria
Gianni De Michelis, Presidente Ipalmo
Luisa Todini, Vice Presidente FIEC
Ercole Incalza, Capostruttura Ministero Infrastrutture

Ore 18.00 : Tavola Rotonda “Il rilancio infrastutturale nel tempo della crisi”

Modera Roberto Napoletano, Direttore de “il Messaggero”

Giuseppe Vegas, Vice Ministro Economia e Finanze
Mario Valducci, Presidente Commissione Trasporti alla Camera
Angelo Cicolani, Commissione Trasporti del Senato
Paolo Costa, Presidente del Porto di Venezia
Massimo Varazzani, Amministratore Delegato Cassa Depositi e Prestiti
Elio Catania, Presidente ATM
Luigi Giampaolino, Presidente Authority Vigilanza sui Lavori Pubblici
Guidalberto Guidi, Presidente Ducati Energia
GianMaria Gros Pietro, Presidente Autostrade Spa
Giuseppe Sciarrone, Amministratore delegato NTV
Enrico Cisnetto, Editorialista

Conclude i lavori Altero Matteoli, Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti